Instagram è chiaramente dove la tua attività deve essere nel 2022. È dove 9 utenti su 10 seguono account aziendali, dimostrando che ci sono ampie opportunità per il tuo marchio di ottenere i follower e il coinvolgimento di cui ha bisogno per crescere. E quando si tratta di creare nuovi modi per coinvolgere il pubblico, abbiamo visto un paio di opzioni interessanti. Dagli adesivi ai sondaggi e alla funzionalità di scorrimento verso l’alto, i marchi hanno sicuramente molto con cui lavorare.

Ma c’è un’altra opzione disponibile, quella che consente al tuo marchio di diventare ancora più coinvolgente. I filtri AR sono disponibili e aiutano a creare modi interessanti per aiutare il tuo marchio a essere esposto a più persone. Ma cosa sono i filtri AR di Instagram?

Che cos’è un filtro AR di Instagram?

I filtri di realtà aumentata (AR) sono effetti generati dal computer progettati per essere sovrapposti a immagini di vita reale. I filtri AR funzionano con la tua fotocamera, aggiungendo un livello o immagini in primo piano o sullo sfondo dell’immagine. Ci sono buone probabilità che tu sia entrato in contatto con un filtro AR in un modo o nell’altro su Instagram. Ad esempio, il filtro Fresh AR Prince è un ritorno al ruolo iconico di Will Smith come Il Principe Fresco di Bel Air.

Sebbene i filtri AR di Instagram siano stati introdotti nel 2017, non era possibile per nessuno creare i propri filtri AR fino a poco tempo. Facebook ha rilasciato la sua applicazione di filtro AR interna chiamata Spark AR Studio , uno strumento che ti dà la possibilità di creare i tuoi filtri AR di Facebook e Instagram. Cosa c’è di più, Spark AR Studio Player è disponibile anche su Google Play Store per dispositivi Android e Apple App Store per iPhone. L’app offre agli utenti la possibilità di vedere come appariranno i loro filtri AR su uno smartphone. Il filtro aggiunge un cappello ai selfie o aggiunge graffiti sullo sfondo se capovolgi la fotocamera.

Cosa c’è dentro Spark AR Studio ?

Spark AR Studio permette di personalizzare immagini e video sia per Facebook che per Instagram. Mentre creare i tuoi filtri AR sembra un’impresa complessa, Spark AR Studio è stato creato per semplificare il processo. Inoltre viene fornito con una serie di funzionalità. Ecco un’analisi di ciascuna funzionalità e di ciò che ti consente di creare:

Design senza codice

Il design senza codice non è un concetto nuovo. Oggi, molte applicazioni per siti Web mobili e di design utilizzano la funzionalità di trascinamento della selezione. In Spark AR Studio , vale lo stesso concetto. Puoi utilizzare la programmazione visiva per aggiungere elementi interattivi, animare gli oggetti che progetti e creare una logica basata su come il tuo oggetto dovrebbe reagire in risposta alle interazioni con esso. Spark AR Studio ti consente anche di creare trame e materiali personalizzati da utilizzare nella scena.

Design senza codice

Importa oggetti e suoni

Costruire il tuo filtro AR di Instagram richiede l’aggiunta di oggetti alla tua tela. Spark AR Studio ti consente di aggiungere i tuoi file audio e oggetti 3D che possono quindi essere manipolati per ottenere l’aspetto, la sensazione e l’interattività desiderati. Se non conosci il design dei filtri AR, Spark AR Studio offre una libreria gratuita piena di oggetti che puoi usare. Questi sono tutti modelli ad alta fedeltà disponibili attraverso una partnership tra il gigante dei social media e Sketchfab.

Spark AR Studio offre una libreria gratuita piena di oggetti che puoi utilizzare

Pubblica effetti su Instagram

Niente dice comodità come la possibilità di pubblicare il tuo filtro AR direttamente su Instagram. Una volta prodotto, Spark AR Hub ti aiuta a inviare il tuo filtro AR per l’approvazione. Il processo può richiedere giorni e se il tuo filtro AR soddisfa le varie linee guida, verrà visualizzato per l’uso. Spark AR Hub offre inoltre ai creatori l’opportunità di gestire e comprendere le prestazioni degli effetti AR su Facebook e Instagram.

Pubblica effetti su Instagram

Crea effetti sulle persone

I filtri AR di Instagram ti consentono di estendere la funzionalità dei tuoi filtri con effetti che possono essere applicati ai volti. Questo crea un’esperienza più interattiva per gli utenti. Come Spark AR Studio consente di aggiungere la logica ai filtri, puoi progettare il tuo per reagire ai movimenti sul viso di un soggetto.

Le caratteristiche includono:

Fare una faccia

Spark AR Studio consente funzionalità di progettazione avanzate e consente di creare filtri che applicano il tracciamento facciale per effetti interattivi e realistici.

Sincronizza gli effetti con il movimento

Migliora i tuoi filtri per esperienze utente ancora più creative applicando effetti di sincronizzazione e movimento. Questi si basano sui gesti che gli utenti fanno con le loro mani.

Crea effetti mondiali

Gli effetti del mondo ti consentono di incorporare vari effetti in una scena e quindi applicare la scena a qualsiasi immagine o video. Scene e oggetti possono essere applicati all’ambiente circostante e ai veicoli, creando un’esperienza AR coinvolgente.

Collega effetti con oggetti e luoghi

Spark AR Studio sfrutta la funzionalità avanzata di tracciamento aereo che rende possibile l’applicazione di vari oggetti nelle scene. Il tracker piano può essere utilizzato per tracciare superfici, riconoscere oggetti all’interno di una cornice e comprendere varie posizioni.

Collega effetti con oggetti e luoghi

Trasporta le persone in nuovi posti

Una delle funzionalità più interessanti è la possibilità di creare interi sfondi che possono essere aggiunti a immagini e video. Questi sfondi trasformano il contenuto più di quanto possano fare altri oggetti.

Biblioteca Educativa

Spark AR Studio viene fornito anche con una solida raccolta di contenuti educativi. Offrono tutorial per ciascuno per le funzionalità di cui sopra, rendendo facile iniziare a creare i tuoi filtri AR di Instagram. Hanno anche domande frequenti che rispondono a quasi tutte le domande su caratteristiche, funzionalità e come ottenere il meglio dal tuo Spark AR Studio Esperienza.

Come creare il tuo filtro AR per Instagram

Creare il tuo primo filtro AR di Instagram significherà imparare alcune nuove idee e terminologia, ma nulla che non puoi afferrare. Ecco una guida passo passo su come iniziare a creare il tuo.

Passaggio 1: scarica Spark AR Studio

Spark AR Studio è un’applicazione desktop e ha una dimensione di 464 MB. Sebbene relativamente piccolo, è uno strumento potente che troverai molto facile da usare man mano che ci lavori. Attualmente è disponibile solo per utenti Mac e Windows senza menzionare se gli utenti Linux vedranno una versione dell’app. Se sei un utente Linux, considera l’utilizzo di Wine, un popolare livello di compatibilità progettato per consentire agli utenti Linux di installare e utilizzare le applicazioni Windows. Anche se non abbiamo testato Wine andSpark AR Studio, provalo, potrebbe funzionare.

Passaggio 2: acquisire familiarità con la piattaforma

Una volta installato, ti consigliamo di dedicare del tempo a coprire alcuni tutorial per familiarizzare con la piattaforma. Spark AR Studio viene fornito con un utile tour di benvenuto. Dura cinque minuti e ti aiuterà a familiarizzare con la maggior parte degli aspetti della piattaforma.

Spark AR Studio viene fornito con un utile tour di benvenuto

Se hai bisogno di ulteriori indicazioni, vai al centro di apprendimento dove troverai una raccolta di tutorial. La sezione Guida introduttiva include nozioni di base che ti aiuteranno a familiarizzare rapidamente con le funzionalità e come navigare Spark AR Studio . Include anche tutorial sulla creazione di un effetto di rilevamento del viso, anteprima Spark AR Studio effetti, utilizzando le risorse di riferimento del viso, utilizzando modelli, funzionalità e processi, ciclo di vita degli effetti, criteri e altro ancora.

centro didattico Spark AR Studio

Passaggio 3: aggiunta del tuo oggetto

Quindi, scegli il tipo di filtro AR che desideri creare. Nel nostro esempio creeremo un oggetto del mondo. Questa opzione ci consente di posizionare un oggetto 3D in un ambiente reale.

scegli il tipo di filtro AR

Per iniziare, fai clic sul progetto di tua scelta e verrai trasportato su una tela, chiamata anche Viewportcon il segnaposto dell’oggetto precaricato.

Nota: se è la prima volta che lo usi Spark AR Studio dovrai accettare il loro contratto di politica prima di poter accedere alla tua tela.

Viewport può sembrare una tela complessa, ma ricorda di utilizzare la sezione tutorial per indicazioni sull’utilizzo di ciascuna funzionalità se rimani bloccato. Quando nel Viewport , dovrai aggiungere un oggetto. Puoi importarne uno o accedere Spark AR Studio la crescente libreria di oggetti. Utilizzeremo la libreria AR per importare un oggetto. Per seguire, fare clic su File nel menu principale (in alto a sinistra dell’applicazione), quindi fare clic su Import from AR Library.
Biblioteca AR

Si aprirà una nuova finestra con varie opzioni. Selezionare 3D Objects dal menu di sinistra.

Oggetti 3D

Una volta trovato il tuo oggetto, clicca su Import Free .

Poiché Facebook utilizza la libreria di risorse di Sketchfab, dovrai creare un account Sketchfab o accedere al loro sito utilizzando il tuo account Facebook, Google o Twitter.

Account Sketchfab

Aggiunta del suono

Mentre sei nella Libreria AR, hai la possibilità di aggiungere suoni ai tuoi filtri AR e puoi importare clip direttamente dalla libreria.

Passaggio 4: aggiungi effetti

Con il tuo oggetto nel Viewport , è ora di aggiungere effetti. Questi riguarderanno il modo in cui il tuo oggetto reagisce alla manipolazione dell’utente. Gli effetti includono come si sposterà il tuo oggetto e come apparirà quando posizionato a diverse angolazioni nel mondo reale. Per il nostro oggetto useremo un rendering della luna. Per animare il nostro oggetto, lo trasciniamo dal pannello Risorse nel pannello Scena, appena sotto “drag here” elemento.

aggiungere effetti

Con il nostro oggetto al suo posto, possiamo iniziare a cambiarne il colore, ci sono vari modi per manipolarlo. Puoi:

  • Cambia la luce direzionale per dare a un oggetto 3D più profondità e realismo.
  • Abilita e disabilita l’aspetto sulle fotocamere anteriori, posteriori o entrambe.
  • Modifica l’animazione del tuo oggetto.
  • Aggiungi più effetti, come animazioni, trame e materiali aggiuntivi.

Modifica l'animazione del tuo oggetto

Passaggio 5: prova il tuo nuovo effetto

un'anteprima di come funziona il filtro

Per testare il tuo nuovo filtro AR, puoi inviare il file di prova a Instagram o Facebook. Questo ti darà un’anteprima di come funziona il tuo filtro su ciascuna piattaforma.

Passaggio 6: pubblica il tuo effetto

Quando sei pronto per pubblicare il tuo filtro AR, fai clic su “upload” nell’angolo in basso a sinistra dell’app.

pubblica il tuo filtro AR

I filtri AR sono soggetti a revisione da parte di Facebook. Il processo può richiedere alcuni giorni. Assicurati che il tuo filtro soddisfi Politiche e linee guida di Spark AR.

Per concludere…

I filtri AR di Instagram sono un ottimo modo per i marchi di produrre contenuti interattivi per rimanere al primo posto con il loro pubblico. Poiché i tuoi filtri possono essere applicati a Facebook e Instagram, hai accesso a un vasto pubblico pieno di utenti che amano personalizzare post e storie, il che significa più portata per il tuo marchio.

Sopra c’è un articolo informativo su Come creare i tuoi filtri AR per Instagram. Sentiti libero di contattare portdesk.net tramite la sezione commenti, in caso di domande relative alle istruzioni che abbiamo condiviso sopra.